Vie ferrate nelle Dolomiti - Hotel Alpenblick

La vacanza si avvicina!
Siete pronti?

 
 

la vostra vacanza a pochi clic di distanza

Prenotazione online Verifica la disponibilità

Siete indecisi?
Date un'occhiata alle nostre

proposte e alle offerte last minute

Cercate più ispirazione per pianificare un viaggio?

Cliccate qui per l’iscrizione alla nostra newsletter

oppure contattateci

Tel. +39 0474 710 379 hotel@alpenblick.it

DE . EN

Via Ferrata Ra Gusela

Nuvolau, 2574 m
Dolomiti Ampezzane

  • Difficoltà tecniche della ferrata: facile
  • Valutazione complessiva del percorso: facile
  • Tipologia del percorso: 5 % cavo d’acciaio, una breve scala, 95 % sentiero
  • Tempo complessivo: ca. 2 ¾ ore
  • Dislivello salita e discesa, rispettivamente: 420 m
  • Tempo d‘accesso: ca. 45 minuti
  • Tempo per la ferrata: ca. 45 minuti – 100 m di dislivello
  • Tempo in discesa: ca. 1 ¼ ore
  • Orientamento: sudest
  • Cartine: TABACCO, foglio 03, Cortina d’Ampezzo

Difficoltà e informazioni generali:
questa ferrata, breve e facile, si articola su due tratti. Quello inferiore, assicurato, sale fi no al circo glaciale detritico tra le cime Ra Gusela e Nuvolau. Segue un sentiero facile, ben marcato, che porta al secondo tratto assicurato, fi no alla cresta sud del Nuvolau. La fune d’acciaio e una scala portano al Rifugio Nuvolau, che si trova presso l’omonima cima. Questa salita è molto indicata per i principianti. Gli alpinisti esperti la fanno anche senza attrezzatura da arrampicata; un casco è comunque consigliabile (spesso c’è una grande affluenza di escursionisti). Scendendo dal Nuvolau l’alpinista più esperto può intraprendere, in aggiunta, la Ferrata dell’Averau (vedi descrizione N. 29) e poi scendere al Passo Giau.

Accesso stradale e punto di partenza:
dal Passo del Falzarego a Cortina e poco prima di Pocol si gira a destra per il Passo Giau. Oppure da Cortina in direzione Passo del Falzarego e dopo Pocol si gira a sinistra. Il Passo Giau è segnalato.

Accesso:
proprio a fianco dell’Hotel Ristorante Alpino Passo Giau inizia il sentiero N. 452, che si segue fi no al primo bivio. Lì si prosegue verso destra sul sentiero N. 443. Dopo circa mezz’ora si raggiunge una diramazione e si sale a sinistra lungo il sentiero N. 438, in parte ripido, fi no ad una forcella, dalla quale si vedono già le prime funi d’acciaio.

Discesa:
dal Rifugio Nuvolau si scende lungo la via normale (N. 438) nella Forcella Nuvolau (Rifugio Averau, 2413 m) e si segue il sentiero N. 452 sotto le pareti sudovest del Nuvolau fi no a tornare al Passo Giau.

 

Via Ferrata Ra Gusela

Offerte per escursioni

 

Di più per la vostra vacanza