Vie ferrate nelle Dolomiti - Hotel Alpenblick

La vacanza si avvicina!
Siete pronti?

 
 

la vostra vacanza a pochi clic di distanza

Prenotazione online Verifica la disponibilità

Siete indecisi?
Date un'occhiata alle nostre

proposte e alle offerte last minute

Cercate più ispirazione per pianificare un viaggio?

Cliccate qui per l’iscrizione alla nostra newsletter

oppure contattateci

Tel. +39 0474 710 379 hotel@alpenblick.it

DE . EN

Via ferrata Giuseppe Olivieri

Punta Anna, 2731 m und Doss de Tofana, 2840 m
Dolomiti Ampezzane

  • Difficoltà tecniche della ferrata: molto difficile
  • Valutazione complessiva del percorso: media complessitá
  • Tipologia del percorso: 98 % cavo d’acciaio, 2 % sentiero esposto; proseguimento Punta Anna – Doss de Tofana: 65 % cavo d’acciaio, 35 % sentiero esposto
  • Tempo complessivo: ca. 4 ore
  • Dislivello salita e discesa, rispettivamente: 540 m
  • Tempo d‘accesso: ca. 30 minuti
  • Tempo per la ferrata: ca. 1 ½ ore – 300 m di dislivello;
  • Punta Anna – Doss de Tofana: ca. 30 minuti – 100 m di dislivello
  • Tempo in discesa: ca. 1 ¾ ore
  • Orientamento: sud
  • Cartine: TABACCO, foglio 03, Cortina d’Ampezzo

Difficoltà e informazioni generali:
scalata molto esposta, che in alcuni punti richiede una buona forza di braccia. La cresta di collegamento da Punta Anna fino all’inizio della fune d’acciaio, che porta al Doss de Tofana, richiede passo assolutamente sicuro. Invece di scendere dal Doss de Tofana, si può salire alla cima della Tofana di Mezzo con la Via Ferrata Gianni Aglio e poi con la Via Ferrata alla Tofana di Mezzo. Ne risulta un’escursione molto lunga, tecnicamente estremamente impegnativa e molto severa!

Accesso stradale e punto di partenza:
dal Passo del Falzarego in direzione Cortina, passando oltre la strada per le Cinque Torri (sulla sinistra). Avanti fi no a quando a sinistra svolta una piccola forestale asfaltata (segnaletica Rifugio Duca d’Aosta). Alla successiva diramazione a destra piegare in una strada sterrata accidentata (segnaletica) e proseguire fi no al Rifugio Duca d’Aosta.

Alternativa:
per la strada principale in direzione Cortina fi no a Lacedel, dove a sinistra si diparte una buona strada (stazione funivia Col Druscié, Ristorante Pietofana). Fino alla stazione a valle della seggiovia e salita con la stessa fi no al Rifugio Duca d’Aosta. Salita con la seggiovia dal Rifugio Duca d’Aosta al Rifugio Pomedes, 2303 m.

Accesso:
dalla stazione a monte della seggiovia (cartello indicatore) lungo un sentiero ripido fino sotto le rocce della Punta Anna e all’attacco della ferrata che si può vedere dalla seggiovia.

Informazioni sul percorso:
salita interessante e molto diretta in ottima roccia, facilitata da buoni appoggi e prese. È utile l’esperienza di arrampicate!La via di accesso è breve, ma invece la discesa lungo il Sentiero Olivieri, assicurato, richiede ancora massima attenzione e concentrazione.

Indicazione:
invece di salire al Doss de Tofana (che non è una cima, ma una cresta sul fianco est dei Torrioni di Pomedes), c’è la possibilità di scendere, dopo la stretta cresta che prosegue dalla Punta Anna, verso sinistra fi no al Rifugio Giussani (cartello indicatore, funi metalliche).

Caratteristiche e dettagli tecnici:
scalata bella e in parte molto esposta, in ottima roccia. Salita comoda e breve. La via di accesso è assicurata esclusivamente con fune d’acciaio, non ci sono appoggi artifi ciali nei punti ripidi. Breve distanza tra i singoli punti di fissaggio.

Discesa:
al Doss de Tofana i sentieri si dividono (segnatura Ra Valles o “Cima” – Tofana di Mezzo). La discesa avviene in direzione della stazione intermedia della funivia Ra Valles fi no alla diramazione del Sentiero Olivieri assicurato (indicazioni). Lungo il sentiero (funi metalliche e scale) si ritorna al Rifugio Pomedes.

 

Via ferrata Giuseppe Olivieri

Offerte per escursioni

 

Di più per la vostra vacanza