Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 
 
Dolomites.Life.Hotel
 

Usanze mantenute a Natale

La leggenda della Santa Barbara

Barbara era molto ricca, ma anche molto sola e infelice. Durante che era arrestata nella torre ha incontrato la religione cristiana e ha visto il suo compito in questa religione. Così fu battezzata. Questo è stato nel tempo della persecuzione dei cristiani negli anni 249-251.

La leggenda racconta, che il padre quando è tornato da un viaggio d'affari, ha scoperto che la torre invece di due finestre ora aveva tre finestre. Barbara ha confessato che era ormai una cristiana e ha voluto ricordare la Santissima Trinità. Il padre era molto deluso e arrabbiato e cosi era lui stesso che ha tradito Barbara. Subito dopo il tradimento, il padre è stato ucciso da un fulmine.

Si dice che quando Barbara venne condotta in carcere, un ramo di ciliegio si impigliò nel suo vestito, e lei nella sua cella lo nutrì con l’acqua che le davano da bere in una ciotola. Nel giorno in cui Barbara venne condannata a morte, il ramo fiorì e così lei sapeva che dopo la morte sarebbe “rifiorita” a nuova vita. Così racconta la leggenda.

Barbara non è solo una dei 14 aiutanti del mondo cattolico, ma è anche patronessa dei cannonieri, minatori, architetti e armaioli.

Ancora oggi, il 04 dicembre, l’onomastico di Barbara, vengono tagliati i rametti di ciliegio è vengono messi nella stube calda. Se i fiori si aprono proprio nel giorno di Natale, viene considerato di buon augurio per il futuro. Dal numero di fiori, una volta la gente pensava anche di poter prevedere il tempo e la fertilità dell’anno seguente.


Come procedere:
•    Il 4. di dicembre (giorno di Santa Barbara) tagliare i rami con cura e portarli in un locale riscaldato.
•    I rami devono essere dapprima messi in un vaso con acqua tiepida
•    Il giorno seguente con un coltello molto affilato tagliare diagonalmente la base dei rametti, in modo che la superficie presenti un taglio netto lungo almeno tre centimetri. Questo taglio assicura un assorbimento di acqua ottimale
•    Si raccomanda di sostituire tutta l’acqua del vaso da una a due volte alla settimana
•    Contemporaneamente vale la pena di spruzzare le gemme fiorali con acqua nebulizzata, poiché l’aria secca dei locali potrebbe farle disseccare.

 

 
 
 

 
 
La creativitá alpina
La creativitá alpina
 
La creativitá alpina
 
La creativitá alpina
 
La creativitá alpina
 
 
Vedi le foto
Richiesta d'informazioni o prenotazione online

Inviateci una richiesta d'offerta non vincolante oppure prenotate la vostra camera direttamente online.

 
 
2 adulti
 
 Prenota online  Richiedi ora 
Fai un regalo
Basterà compilare questo voucher e prepararsi alle gioie di una vacanza.
Buono